Programma europeo: 

CEF

L’obiettivo generale dichiarato del CEF è migliorare le reti / infrastrutture transeuropee (sia infrastruttura fisica che digitale). Ciò promuoverà la crescita economica e sosterrà il completamento e il funzionamento del mercato interno a sostegno della competitività dell’economia europea.
Le nuove direttive sugli appalti pubblici adottate il 28 marzo 2014 richiedono agli Stati membri di attuare gli appalti elettronici per le fasi eNotification, eAccess e eSubmission entro ottobre 2018. eCertis, uno strumento di mappatura delle prove e dei criteri, deve essere tenuto aggiornato dagli Stati membri . il documento unico europeo per gli appalti (ESPD) deve essere utilizzato come autodichiarazione per tutte le procedure di appalto al di sopra delle soglie dell’UE; l’ESPD deve essere fornito elettronicamente ai sensi delle direttive. Il successo dell’attuazione di questo DSI per gli appalti elettronici è essenziale per promuovere un mercato unico per gli appalti pubblici.
Il DSI per gli appalti elettronici del CEF è fondamentale per consentire l’interoperabilità in tutto il mercato unico. Circa il 90% dei servizi ESPD sono finanziati tramite questo programma. In un certo numero di Stati membri questo è stato utilizzato per collegare i loro servizi ESPD per integrarli con altri servizi come le banche dati nazionali che consentono agli acquirenti di recuperare informazioni sui criteri di esclusione o di selezione direttamente senza chiedere ai fornitori di inviarli (principio una tantum – OOP). eCertis è essenziale per le offerte transfrontaliere.

Scadenza: 

5 Novembre 2020

Budget: 

3.000.000 EUR

Info e Documenti: