Martedì 19 gennaio 2021 si è tenuto il primo incontro tra Vicenza, partner del progetto europeo, e Pescara, sua città gemellata. Entrambe le città hanno aderito alla “Call for Twinning”, un’iniziativa di gemellaggio ‒ promossa da LIFE Veneto ADAPT ‒ che mira a creare una rete condivisa di conoscenze, esperienze e informazioni, in sinergia anche con l’iniziativa del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia (https://www.covenantofmayors.eu/en/).

Ogni città partner del progetto Veneto ADAPT è gemellata con almeno una città italiana e una europea. A partire dalla metà di gennaio fino a giugno, le città gemellate si incontreranno virtualmente con un ciclo di eventi per condividere le proprie esperienze e iniziative nell’ambito della pianificazione e implementazione di azioni per l’adattamento al cambiamento climatico in ambito urbano.

Quello tra Vicenza e Pescara è stato il primo incontro e ha visto la partecipazione dei referenti delle due città: per il comune di Vicenza hanno preso parte al meeting il project manager Fabio Cestonaro, i consulenti per Veneto ADAPT Alberto Maria Rigon e Marta Ciesa, i colleghi del settore Ambiente Energia e Territorio Donata Fiorentin e Andrea Timillero e dell’Ufficio Politiche Comunitarie Jenny Bassa e Loretta Simoni; per il comune di Pescara hanno partecipato il dirigente per i Progetti Europei Luca Saraceni, la responsabile Tutela e Valorizzazione del Mare e del Fiume Ester Zazzero e la responsabile Servizio Politiche Attrattive e di Sviluppo Elena Casalini. Per il Coordinamento Agende 21 Locali Italiane ha partecipato Valeria Baruzzi.

Nel corso dell’evento sono stati presentati il progetto, il percorso di gemellaggio e le iniziative che la città di Vicenza sta realizzando nell’ambito di Veneto ADAPT. L’incontro è stata anche l’occasione per avviare un percorso di conoscenza reciproca e di scambio di esperienze sui temi dell’adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano. Sia Vicenza che Pescara, infatti, stanno lavorando sul proprio piano PAESC per elaborare una strategia di adattamento al cambiamento climatico. Entrambe le città, inoltre, hanno già fronteggiato i rischi legati ad alluvioni, allagamenti urbani e al fenomeno delle isole di calore.

Infine, le due città gemellate si sono confrontate anche su alcuni progetti che includono interventi specifici di riqualificazione idraulica dei tratti fluviali e di rigenerazione urbana per rendere le città adattative.

Per altre informazioni sul progetto: https://www.venetoadapt.it/progressi-e-risultati-2/